SCUOLA CINOFILA SALVATAGGIO MARE




AIUTACI
A SOSTENERE
I NOSTRI
PROGETTI
DEVOLVI IL 5x1000
ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE

Brevetto

Il brevetto operativo di salvataggio viene rilasciato dall’Associazione alle proprie unità cinofile alle seguenti condizioni: 

il conduttore deve essere già in possesso del brevetto di assistente bagnante o di bagnino di salvataggio rilasciato da una organizzazione riconosciuta (FIN, SNS, FISA);
l’unità cinofila abbia superato le apposite prove di esame.
L’unità cinofila operativa è autorizzata ad accedere in spiaggia, per il servizio ausiliario di salvataggio.

Il brevetto operativo di salvataggio è soggetto a scadenza e quindi a rinnovo biennale.

Il brevetto operativo di salvataggio è riconosciuto dall’A.N.U.C.S.A. (Associazione Nazionale Unità Cinofile da Salvataggio in Acqua)

Prima prova:

·         Cane e conduttore dopo aver percorso 50-60 metri su una spiaggia affollata si gettano in acqua e devono raggiungere un figurante posto a 70 metri dalla riva. Il figurante deve "realmente" mettere in difficoltà il conduttore. Una volta immobilizzato il conduttore si fa trainare a riva dal cane. Su comando del giudice il conduttore deve lasciare la presa all' imbrago del cane e dopo 5 secondi richiamarlo e farsi trainare a riva. Arrivati a riva il conduttore deve porare in sicurezza il figurante e simulare il BSL mentre il cane sta in poizione resta.

Seconda prova: 

·         Due figuranti distanti minimo 70 metri dalla riva e 50 metri tra loro simulano l'annegamento in odo realstico; uno di questi mostrerà chiaramente di essere in panico. Il conduttore ed il cane dovranno immediatamente prestare soccorso, dirigendo prima verso il figurante più tranquillo. In questa fase il conduttore potrà scegliere se farsi trainare dal cane oppure procedere a nuoto autonomo. Raggiunto il primo figurante il conduttore dovrà effettuare un corretto avvicinamento e successiva presa; il figurante, se lasciato in "libertà di movimento", pur non simulando il panico dovrà tentare di aggrapparsi al proprio soccorritore, mettendolo in difficoltà. na volta effettuata la presa e verificato che il figurante è tranquillo, lo si invita a prendere da solo la maniglia dell'imbracatura del cane ed il conduttore dirige a nuoto autonomamente versoil secondo figurante in chiaro panico. Durante questa fase il cane, con il primo figurante attaccato, deve seguire il conduttore e non deve assolutamente tornare a riva. Raggiunto il secondo figurante, che metterà in seria difficoltà il conduttore, dovrà immobilizzarlo. Il conduttore richiama il cane che provvederà a riportare tutti a riva.

Terza prova:

·         Un figurante simula l'annegaento a 100 metri da riva. Cane, conduttore e un aiutante si imbarcano su un gommone ed un pattino ed il conduttore vogherà fino a 30 metri dal pericolante simulando un ostacolo che non permette di avvicinarsi con l'imbarcazione. Cane e conduttore si tuffano e si dirigono verso il pericolante che metterà il più possibile in difficoltà il conduttore. Eseguita la presa il cane trainerà tutti verso l'imbarcazione. ll conduttore darà istruzioni all'aiutante per issare a bordo il pericolante, lo stesso conduttore e per ultimo il cane.

  Prove integrative A per il conduttore (una a scelta della commissione):

·         Prova di immersione a 3 metri di profondità (pinne consentite);

·         Il conduttore mette il cane in posizione resta sulla spiaggia e si dirige verso un figurante posto a tre metri da riva. Il cane non deve muoversi.

Prova integative B dove viene impiegato solo il cane (una a scelta della commissione):

·         Un figurante simula l' annegamento a 20 metri da riva. Il conduttore lancia un anulare al quale il figurante si attacca. Una che ciò avviene il conduttore invia il cane che afferando l'anulare riporterà il figurante a riva;

·         Un figurante simula l'annegamento a 40 metri da riva. Il conduttore fissa sull'imbrago del cane una cima ed invia il cane verso il figurante che si attaccherà. Il conduttore da riva recuperando la cima agevolerà il rientro verso riva;

Riporto di gommone: 

·         Un gommone posto alla deriva a 50 metri da riva, con a bordo due persone verra' recuperato dal cane partendo da riva. Il cane può riportare il gommone tramite una cima oppure si potrà legare la cima all'imbrago del cane.

 



Associazione di Volontariato ONLUS Iscritta nel Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato con decreto n. 289/ del 22/12/2008
SEA RESCUE SCHOOL K9 - Scuola cinofila salvataggio mare
Sede Legale: Viale Romagna, 82 - 61032 Fano (PU) Italy
C.F.: 02351740416 - info@k9canisalvataggiomare.it
Contatti: 338.1115405 (Serena) - 339.1488369 (Marco)